Prevenzione del melanoma: il sito che mi ha aiutato a capire

Scoprire il sito web del Dottor Carlo Guidarelli, mi ha aiutato a capire quanto siano importanti la prevenzione del melanoma e del tumore della pelle

Tempo fa, in occasione della “comparsa” di un neo sulla mano, mi misi alla ricerca di informazioni su Google, come faccio spesso per mille motivi. Davanti allo schermo del mio Sony Vaio, iniziai anche la ricerca di uno specialista nella zona di Milano, con lo scopo di effettuare una visita di prevenzione e di controllo, arrivando così al sito del Dott. Carlo Guidarelli, Medico Chirurgo, tra i massimi esperti in dermatologia nell’area milanese che, nel suo Centro (come si evince anche in home page nel sito web), senza false promesse e senza utilizzare terapie fantasiose e inutilmente invasive, segue il precetto irrinunciabile “Primum non nocere” attenendosi al massimo rigore medico-scientifico con il principio del “trattiamo il paziente nello stesso modo in cui vorremmo essere trattati noi”.
Buzzoole
Approfondendo la navigazione del sito, mi soffermai sulla prevenzione dei tumori della pelle; poco tempo prima era venuto a mancare (proprio per un melanoma) il Dottore che mi aveva operato al ginocchio sinistro e, sull’onda dell’emotività, mi soffermai sul sito per scoprire qualcosa in più sul lavoro e sullo Studio di questo specialista.

Ho scoperto quindi sul sito web che prevedere il “VERO” rischio di avere un MELANOMA (il tumore maligno dei nei) non è facile: in effetti non ci si deve basare solo su semplicistiche valutazioni del colore della pelle o sul numero dei tumori in famiglia; i parametri necessari da individuare sono molteplici e analizzarli è un lavoro che solo un dermatologo può effettuare.

In grado di diagnosticare e sviluppare terapie adeguate per contrastare il tumore della pelle, il Dottor Guidarelli consiglia, proprio sul suo sito web, di controllare i propri nei seguendo la regola ABCDE:

  • Asimmetria, in caso di forma asimmetrica
  • Bordi irregolari, se presentano dei bordi frastagliati
  • Colore non omogeneo, come macchie o chiazze di tonalità differenti
  • Dimensioni superiori a 5 mm
  • Evoluzione nel tempo, se i nei sono cresciuti o emersi in pochi mesi o settimane

Una visita annuale di controllo per la nostra pelle è però assolutamente necessaria, per prevenire i temibili tumori cutanei e soprattutto il melanoma, il tumore maligno dei nei che, se non asportato in tempo, può avere conseguenze molto gravi. Per questo motivo la vera cura del melanoma è la prevenzione.
Senza una visita dermatologica specialistica annuale non è possibile tenere sotto controllo i nei e nuove lesioni cutanee insorte non si sa quando, magari anche in sedi nascoste.
La mappatura della pelle, effettuata da un dermatologo che sa cosa cercare e dove cercare, è necessaria per una soluzione radicale e rapida del problema, senza pericolosi ritardi.

Nel suo Centro Studi di Milano il Dottor Guidarelli (che potete contattare attraverso il suo sito web per una visita) utilizza la Dermatoscopia e, attraverso l’impiego di un’apparecchiatura ad alta definizione digitale computerizzata, riesce a fotografare e “mappare” le lesioni cutanee più a rischio, tenendole sotto controllo nel caso in cui dovessero evolvere in senso degenerativo.

Per conoscenza personale, e per capire bene il perchè dell’importanza della prevenzione, ho contattato il Dottor Guidarelli attraverso il suo sito web, e ho scoperto qualcosa in più sul melanocita e sul melanoma.

Il melanocita è la cellula della pelle che ci dà il colore, il pigmento, l’abbronzatura.
Il melanocita giunge nella pelle durante la decima settimana della vita embrionaria proveniente dalla cresta neurale, parte dell’embrione da dove origina anche tutto l’apparato nervoso. Una volta giunti nella pelle alcuni melanociti possono proliferare per una mutazione genetica spontanea od indotta da fattori ambientali nocivi come le radiazioni ultraviolette.
Il neo o nevo che dir si voglia, è quindi una proliferazione localizzata di un melanocita: in poche parole il tumore benigno del melanocita. Sono presenti già alla nascita o insorgono nei primi decenni di vita.

Il melanoma è invece una proliferazione anarchica caotica del melanocita ed è quindi un tumore di natura maligna. É più frequente nella popolazione bianca (soprattutto di origine anglosassone) e in coloro che hanno subito numerose scottature solari; è meno frequente invece in coloro che subiscono una foto-esposizione cronica come agricoltori e marinai. Insorge di solito in una eta’ medio-avanzata e può derivare da nevi preesistenti ma di solito insorge come “nuovo” neo ed è per questo che l’insorgenza di un neo dopo i 40 anni deve sempre essere guardata con sospetto.
Si stima oggi che vi sia in Europa un caso di melanoma ogni circa 10.000 abitanti e in questo caso è di primaria importanza il riconoscimento precoce del tumore e la sua asportazione; infatti ogni ritardo aggrava la prognosi del paziente e quindi, prevenire è meglio che curare… in questi casi più che mai!

Come mi dice il Dottore via e-mail “Il dermatologo dovrebbe visitare almeno una volta l’anno la cute dei pazienti a scopo preventivo, per evidenziare nei a rischio o già sospetti e differenziandoli da tutta una serie di nevi benigni e da una miriade di altre lesioni cutanee già presenti: cheratosi seborroiche o attiniche, angiomi, tumori benigni e maligni delle altre strutture della pelle. In questo oggi siamo aiutati dall’utilizzo del dermoscopio, una sofisticata apparecchiatura ottica, grazie alla quale riusciamo ad effettuare una sorta di “ecografia” della lesione cutanea ed analizzarne la struttura intrinseca per fare poi una diagnosi differenziale e poter cogliere i primi segnali di degenerazione, provvedendo ad una precoce asportazione“.

Dalle parole del Dottore, ho quindi aperto gli occhi sulla importanza della prevenzione del melanoma e sinceramente una visita credo che prossimamente andrò a farla, considerato che, vivendo a Milano, ho la possibilità di farmi visitare da uno tra i massimi esperti dermatologi sul territorio milanese. Se avete qualche dubbio sullo stato dei vostri nei e sulla salute della vostra pelle, potete contattare il Dottor Guidarelli attraverso il suo sito web, come ho fatto io.

Attualmente, il Dottor Guidarelli è dermatologo presso le case di cura S.Pio X e S.Camillo di Milano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...