garmin virb elite action camera mountain bike telecamera sport

Recensione | Garmin VIRB Elite action camera

Quando uscì il concorso 100 tester per Garmin non persi due minuti e, ancora nel letto, compilai il modulo di partecipazione online, incrociai le dita e mi misi in attesa

Qualche giorno dopo la scadenza del concorso (fine giugno) arrivò la email che mi diceva: “sei stato selezionato per diventare uno tra i 100 tester ufficiali Garmin Virb in Italia”. Ero gasato come non mai, non credevo ai miei occhi: ce l’avevo fatta!!!

Subito confermai via email la mia partecipazione e, in trepidante attesa, aspettai che arrivasse il prodotto facendomi dei film in testa tipo “mi manderanno materiale a nastro, tipo supporti mica supporti, attrezzatura e tutto il resto per testarla la Virb. Garmin è una grande azienda, lo farà di sicuro”

Qualche giorno dopo ecco la telecamera Garmin Virb Elite e con lei già le prime “delusioni”

E mi spiego:

  • pacchetto anonimo
  • dentro la Virb Elite nel suo “packaging da negozio”
  • niente supporti adesivi extra
  • niente accessori extra sulla base degli sport praticati
  • niente di niente
  • nemmeno un adesivo!

“Vabbè” penso io “accontentati Marco, sei pur sempre stato selezionato da Garmin tra chissà quanta gente”

Giunto a  casa, metto in carica la Virb, inizio a studiare il manuale delle istruzioni, a scaricare “n mila” software e firmware dal sito Garmin e aspetto… aspetto che arrivi Venerdì per uscire a provarla.

Nel mentre sistemo i supporti adesivi sul casco aperto e già un pò storco la bocca…

Arriva il venerdì, metto la telecamera sul casco ed esco di casa felice come un bimbo con il giocattolo nuovo. Devo settare inquadrature e posizioni, quindi vado sulla pista ciclabile della  valleolona.

Dopo qualche km con la telecamera sul lato destro del casco, inizio ad accusare il peso della Virb e ad avere qualche dolore alla testa…mi fermo, la sposto un po’ piu in alto e proseguo.

Entro nei boschi, faccio un paio di sentieri in discesa, metto in azione il video e scatto anche qualche foto.

Leggi anche le mie impressione sulla action camera Shimano CM-100, clicca QUI

Tornato a casa non vedo l’ora di vedere i risultati, scarico subito il materiale sul pc e… storco il naso e la bocca!

I video sembrano “freddini”, i colori non sono un granchè; “magari è il mio video, penso” ma aprendo quelli fatti con altre action cam non è così!

Comunque, ho subito scaricato il software Virb Edit, sempre edito dalla garmin, che inizialmente mi aveva fatto una buona impressione.

Dopo un paio di ore davanti al pc a tagliare, incollare, caricare le tracce gps e bla bla bla…alla fine non sono riuscito ad esportare i video inquanto il software continuava ad andare in crash e non per colpa del mio laptop [lo stesso problema è stato riscontrato da molti altri utenti, nda

All’oggi, data di pubblicazione di questo post, sono 5 mesi che sto “testando” la Virb Elite, le sue funzioni, le sue qualità e le sue carenze e non sono propriamente soddisfatto del prodotto. Per molti magari può essere ottima, ma avendo testato altre action cam in passato, posso dire che sul mercato c’è di meglio allo stesso prezzo.

L’unica posizione che ho trovato ideale per l’utilizzo della Virb, è sotto la sella in caso di uscite All Mountain – Enduro [non troppo “bagnate” altrimenti rischiate di perderla, nda] o lateralmente, ma solo sul casco integrale.

Occhio a dove passate quanto è sulla parte alta del casco, rischiate di perderla senza accorgervene se urtate dei rami!

PROs

  1. Compatta, resistente agli urti e alle intemperie
  2. Schermo LCD integrato, utile per guardare subito quanto si è prodotto
  3. App per smarthphone e tablet
  4. Staffa di supporto in dotazione funzionale e molto comoda per agganciare e sganciare la Virb anche a casco indossato
  5. Connetività con altri dispositivi Garmin
  6. GPS integrato

CONs

  1. Poco “user friendly”. Non è di utilizzo immediato ne tantomeno facile da usare; bisogna studiarsi molto bene le istruzioni prima di metterla “in moto”
  2. L’ adesivo dei supporti è poco “potente” (un utilizzo “off road” la sottopone a fango, pioggia ed eventi atomosferici vari e l’adesivo originale cede; ho dovuto provvedere ad acquistare del nastro biadesivo per le piastrelle da bagno per sostiruire quello originale ormai andato)
  3. Peso considerevole se si considera un utilizzo sul casco in MTB
  4. Stabilizzatore di immagine (Su sentieri con molti sassi e radici l’immagine si muove molto; magari la cosa dipende può dipendere però anche dal supporto, dall’adesivo e dal peso della cam)
  5. Colori Spenti (c’è un’eccedenza di magenta. Magari rendere i colori un pò più vividi e naturali non sarebbe male)
  6. Batteria

Un paio di tips lasciate all’azienda:

    1. Un foro di fissaggio a vite per cavalletti, o altri supporti già presenti sul mercato, potrebbe allargare il range di utilizzo di questa action cam. Questo tipo di fissaggio è già disponibile su alcune action cam concorrenti 
    2. Un tono acustico di start/stop della registrazione sarebbe utile per capire se la telecamera sta registrando o meno [quando è montata sul casco già indossato, nda].

8 pensieri su “Recensione | Garmin VIRB Elite action camera

  1. gbal45 ha detto:

    Caspita che delusione! E sì che quando ho esaminato le varie Action Cam questa mi ingolosiva, era molto portata nelle recensioni e fuori del mio badget. Invece sono molto soddisfatto della mia, pur cinesina. Quanto ai fissaggi sul caso ho provato una sola volta e non mi piace che segua ciò che guardo io, magari di lato e non davanti anche se per altri versi può essere un vantaggio. Inoltre per boschi è un grosso rischio farsela portare via da un ramo. Visto che siamo in ballo….sul manubrio lo stabilizzatore della mia, pur eccezionale, non compensa a sufficienza. La posizione migliore che ho trovato è sul petto.
    Ma scusa un po’….ora Garmin la vorrà indietro?
    Ciao

    "Mi piace"

    • Marco Angeletti ha detto:

      Alla fine del programma dei sei mesi la cam è rimasta a me, ma la uso solo per i time lapse.
      Da un paio d’anni uso una Shimano CM-1000, secondo me l’unica vera alternativa a GoPro sul mercato, e anche molto più valida. Ho scritto una piccola recensione anche su di lei e spero di riuscire a provare anche i nuovi modelli usciti da qualche mese ma non ancora in commercio.
      Chi testa questo prodotti e scrive recensioni per lavoro, mi diceva che la nuova virb è decisamente meglio e anch’essa molto valida.
      Nel mentre è uscita anche una Nikon, ma non ho sentito niente al riguardo

      "Mi piace"

  2. gbal45 ha detto:

    Ho omesso un particolare: ciò che dà fastidio con la Cam sul manubrio è quando pedali in salita e vedi ondeggiare il filmato. Roba da mal di testa. Quanto al resto sono soddisfattissimo della mia Gitup 2 che vanta un ottimo stabilizzatore e nelle recensioni non se ne parla che bene a parte l’App della quale però non mi importa nulla.

    Piace a 1 persona

    • Marco Angeletti ha detto:

      concordo sul fastidio causato dall’effetto ondeggiamento, io sul manubrio la uso raramente perchè tende ad appiattire ancora di più la “visuale”. L’inquadratura definitiva per me è da sotto la sella, non so se ti è capitato di vedere già qualche mio video… ce n’è almeno un pezzetto in ognuno 🙂

      "Mi piace"

  3. gbal45 ha detto:

    Sono andato a visitare i tuoi video. In particolare mi è piaciuto quello sulla discesa dal Sentiero n.4 (a proposito, complimenti!) perché offre a chi guarda la visualizzazione del cineasta. Non apprezzo invece (ma questo vale non solo per i tuoi video) l’inquadratura a lato casco perché almeno 1/3 dell’immagine è occupata appunto dal casco; invece il sotto sella è bello e di effetto ma a me non piace perché prediligo la visuale di chi guida la MTB.
    Ma è una mia opinione naturalmente.

    "Mi piace"

    • Marco Angeletti ha detto:

      Quello del 4 credo sia sul canale dell’ASD Emissioni Zero però, giusto? Girato ed editing dovrebbero essere del nostro socio e webmaster Paolo Tomasi (www.fangoepolvere.it). Io non sono un amante di quella inquadratura, appiattisce troppo. Nel senso che praticamente azzera la pendenza del sentiero e non da troppo l’idea di come sia (un po’ come l’inquadratura da sopra al manubrio). Al lato del casco rende un po’ piu l’idea. La pettorina a me troppo non è piaciuta, infatti quella che avevo della GoPro non l’ho mai usata personalmente. L’inquadratura sotto la sella piace a pochi, io la preferisco soprattutto per il fatto che rende l’idea di velocità, pendenze, cambi di ritmo, guidato nelle curve etc etc. Ma alla fine sono gusti 🙂
      per esempio, con sci e snowboard quella che ho apprezzato di più è quella da sopra il “legno” con il supporto a ventosa. c’era un video sul mio vecchio canale che YouTube che ho cancellato. se dovessi ritrovarlo lo ripropongo sul nuovo canale 🙂
      Grazie per lo scambio di idee 😉

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.